Sotto Il Vulcano


Hub di cooperazione internazionale per Free Mind Foundry

Simone Massaro e il successo della sua creazione. Crescita, occupazione e un appuntamento di prestigio venerdì 27 settembre 2019

Mercoledì 25/09/2019



ACIREALE (Catania) - Libera la mente dal superfluo e lasciati andare.
Questo slogan, magari inappropriato rispetto ai reali piani di comunicazione aziendale, ben si addice, secondo noi, ad anticipare l'evento internazionale che tra poche ore, con inizio alle 9 di venerdì 27, si terrà ad Acireale, punta di diamante della Riviera dei limoni, bella espressione di stile Barocco, località turistica famosa anche per il suo carnevale e dove la ristorazione è ancora, e spesso, un comparto che sa unire tradizione a qualità.

Siamo in provincia di Catania. Ma, in controtendenza con quanto si può percepire dall'esterno, o muovendosi altrove in Sicilia, siamo già nel futuro.

Saranno in tanti, e provenienti da più Continenti, a partecipare all'inaugurazione del nuovo Hub di cooperazione internazionale per la ricerca industriale e l’alta formazione di "Free Mind Foundry" che ha una sua importante, ed evidente, sede in via Sclafani 40/B, molto vicino all'Ospedale acese e poco distante dal casello autostradale di Acireale.

l'Hub è uno spazio sostenibile ed incentrato sulle persone, fondato dall’ingegnere Simone Massaro, CEO BaxEnergy, con l’intento di contribuire allo sviluppo di tecnologie hardware e software per proteggere e monitorare le infrastrutture critiche del Paese, e che entro il 2020 offrirà nuovi posti di lavoro ad oltre 200 persone, tra tecnici ed ingegneri, portando il totale di dipendenti da 200 a 450 risorse.

Per la felice occasione del 27 settembre sono numerosi i rappresentanti del mondo politico, istituzionale e imprenditoriale che hanno confermato la propria partecipazione. Tra questi Stanislao Di Piazza, sottosegretario di Stato del ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali; monsignor Antonino Raspanti, vescovo di Acireale e vice presidente Conferenza Episcopale Italiana e l’AD di Huawei, Thomas Miao.
Gli ospiti si confronteranno sui temi dello sviluppo e della ricerca tecnologica attraverso un dibattito.

Con loro anche il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci e gli assessori regionali ai Lavori Pubblici, Marco Falcone, allo Sviluppo Economico, Domenico Turano, alla Formazione, Roberto Lagalla, all’Economia, Gaetano Armao, alla Sanità, Ruggero Razza, al Turismo, Manlio Messina e all’Agricoltura, Edgardo Bandiera.

Del parterre degli ospiti faranno parte infine, Massimo Inguscio, presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche CRN, Mohamed Boudra, presidente associazione municipalità del Regno del Marocco, Abu Ghanimeh, preside della Facoltà di ingegneria e Tecnologia ad Amman, in Giordania, e Alain Fremaux, direttore IBM Business Development, EMEA .

"La nostra sfida sarà quella di promuovere una maggiore conoscenza, profonda, concreta e fattuale – spiega Simone Massaro - delle tecnologie digitali e dell’impatto che possono avere sull’economia del nostro Paese e dei Paesi che vorranno collaborare con noi".

"L'evoluzione del mondo del lavoro e del contesto socio economico ambientale e culturale – sottolinea Raspanti - implicano una modifica delle nostre attuali sicurezze. La capacità di guardare oltre, di immaginare e di realizzare progetti, alimentano l'entusiasmo e la speranza così da facilitare una migliore interazione tra i giovani nei loro diversi ruoli. Importante è coltivare ogni giorno alcuni ingredienti essenziali: passione, coraggio, perseveranza e prudenza".

A scandire la giornata inaugurale dell’Innovation Hub, una fitta agenda di appuntamenti, che prenderanno il via a partire dalle 9 con il convegno moderato dal giornalista Salvo Fallica. A seguire la visita programmata all’interno della struttura dalle 11.30 alle 14.00.
Nel pomeriggio Workshops di approfondimento tematico.


di Marco Spampinato (Sotto il Vulcano/2019)



BaxEnergy, monitoring and control room (Foto US/2019)

L'imprenditore catanese Simone Massaro (Foto US/2019)


< Indietro     











CONTATTI:





Confermando l'invio AUTORIZZI al trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento dell’Unione Europea n. 679/2016, noto anche come “GDPR” e successivi aggiornamenti 2018.





I contenuti presenti su questa pagina dei quali è autore il proprietario Marco Spampinato non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore. © Marco Spampinato 1993 - 2018

Italica Service