Sotto Il Vulcano


Aci e Galatea, la leggenda prende vita ora e a Catania

L'ultimo incontro d'amore tra l'Etna e il mare presentato a Catania venerdì 14 e sabato 15 giugno

Venerdì 14/06/2019



CATANIA - Maschere tipiche siciliane, location unica e reinterpretazione comica, sono componenti che conferiscono a questa rappresentazione l’esclusività.

Aci e Galatea è proposta venerdì 14 alle ore 21:00 e sabato 15 giugno, con doppia replica, la prima alle 20 e la seconda alle 22, nei pressi del Castello Ursino di Catania, dagli attori di Malerba, la Compagnia nata ad opera della regista Marzia Ciulla.

Narrata da Ovidio nelle Metamorfosi, la leggenda racconta del profondo amore tra Aci, un pastorello, e Galatea, una delle cinquanta ninfe del mare, le Nereidi. Il legame tra i due giovani accende la gelosia del ciclope Polifemo che scaglia sul corpo di Aci un gigantesco masso che lo uccide. Galatea piange sul corpo di Aci e così gli dèi, impietositi, trasformano il sangue del ragazzo in un piccolo fiume che nasce dal vulcano e sfocia nel tratto di spiaggia proprio dove i due amanti si incontravano.

Bastano maschere cinquecentesche ed espressioni tipiche dialettali a portare in vita la rinomata leggenda sicula che altro non è che l’incarnazione degli amori impossibili, della distruzione e della rinascita.

"Abbiamo lavorato duramente – dichiara Marzia Ciulla – e abbiamo trovato illuminante la maschera di Peppe Nappa. Questo interpreterà Aci".

Come ogni anno, la Compagnia Malerba sceglie un luogo caratteristico, solitamente ignoto, con l’intento di disseppellire vecchi angoli ormai abbandonati della "bedda" Catania.

Questa volta toccherà a "Il Cortile delle Maravigghie", rinominato così sia per l’emozione che suscita sia per la vicinanza a Piazza Maravigna.

Malerba non solo si fa promotrice di tematiche riguardanti l’accettazione e il rispetto, ma si mostra aperta a nuove collaborazioni come quella con la Sartoria Sociale, che impiega persone della zona e si occupa di realizzare i costumi di scena.

Un incontro annuale da non perdere quello con lo spettacolo teatrale gratuito, che definisce il Laboratorio di Commedia dell’Arte condotto dalla regista nissena Marzia Ciulla e promosso dall’Associazione culturale Gammazita.


di Erika Samperi
(© 2019 Marco Spampinato/Sotto il Vulcano. Riproduzione riservata)










< Indietro     











CONTATTI:





Confermando l'invio AUTORIZZI al trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento dell’Unione Europea n. 679/2016, noto anche come “GDPR” e successivi aggiornamenti 2018.





I contenuti presenti su questa pagina dei quali è autore il proprietario Marco Spampinato non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore. © Marco Spampinato 1993 - 2018

Italica Service