Sotto Il Vulcano


Il calcio, la passione che unisce l'Italia e Malta attorno a un pallone

Al torneo di Bugibba si impone la squadra napoletana del Vomero. Nella sezione "Primi Calci" vincono i giovanissimi del Valletta

Venerdì 24/05/2019



Bugibba (MALTA) - Anni fa, agli inizi del 2000, partimmo in 16 per partecipare a un torneo di calcio a 7 organizzato dalla società dell'aeroporto di Luqa e patrocinato, tra gli altri, da Air Malta.

Fu un disastro. Le nostre due squadre totalizzarono un punto in sei partite.

I componenti della spedizione, assai griffati, alcuni con cognomi altisonanti che sarebbero diventati imprenditori, professionisti e politici in vista a Catania e provincia arrivarono a "fare la vacanza" sul suolo maltese, peraltro troppo inclini a godersi la vita notturna in quel fine settimana sportivo.

Così, in un clima da "Quella sporca ultima meta" o, se vogliamo, da "Corrida" - tanto fu la simpatia immediatamente trasmessa ai cugini maltesi - i campi impegnati per quel mini torneo dell'amicizia videro degli scontri frontali che, per i risultati del campo soprattutto, non arrisero alla maldestra spedizione siciliana, peraltro priva del coach per un impedimento dell'ultimo momento.

Sembra ieri ma è trascorso un tempo lungo, soprattutto visto il mutamento delle condizioni sociali e culturali tra le due isole vicine, la Sicilia e la Repubblica di Malta composta, in primo luogo, dalle isole di Malta, Gozo e Comino.

Oggi, dalla Sicilia, abbiamo esportato più di 4.800 nuovi residenti maltesi solo negli ultimi tre anni. Pensionati, professionisti, manovali, ristoratori, artigiani... persone che, perlopiù riconoscono la vicinanza culturale di Malta e una opportunità differente, forse migliore, per provare a vivere una vita più dignitosa o da orizzonti allargati.

Certo non manca il turismo "da due soldi" o i gruppuscoli di scapestrati in giro per perdere tempo come i consueti giocatori, turisti preziosi ma, quasi esclusivamente, da casinò. Ma è passando dalle scuole, dalle università, dalla cultura, dallo sport che il rispetto di tradizione e territorio vengono esaltati.

In questa ottica ci piace sottolineare una iniziativa sportiva di qualche giorno addietro che ha permesso a squadre italiane e maltesi di confrontarsi sull'erba sintetica dei campetti di Bugibba (cittadina turistica del Nord-Est dell'isola piena di ristorantini nella sua passeggiata lungomare assai apprezzata ) correndo attorno a un pallone.

Già soltanto le immagini, di una nota stampa, ci hanno convinto di premiare l'invio del comunicato e proporlo - a nostra volta - quale notizia perché l'entusiasmo nel volto di bimbi e ragazzi vale molto più di tanto altro.

Lo sport che comunica e unisce è tutto qui.

E i ponti culturali, le distanze da azzerare, passano dalla condivisione, dal rispetto, dall'entusiasmo.

E ci siamo ritrovati, sorridenti, a ipotizzare che, questi incontri sul rettangolo di gioco, abbiano rappresentato molto più una festa, reale competizione sportiva, che una corrida come avvenne quasi 18 anni addietro.

I tempi cambiano, a volte le opportunità fioriscono e le prospettive migliorano. Come in questo caso.

Così ci ritroviamo a scrivere della "spedizione vincente" per i bianco-blu di Vomero che chiudono la 2^edizione del Malta International Football Festival aggiudicandosi il trofeo in quel di Bugibba con un bilancio di 3 vittorie e un pareggio.

Un confronto stimolante per il gruppo proveniente da Napoli, composto perlopiù da calciatori nati nel 2003 al loro primo anno nella categoria Allievi, coordinato alle volte di Malta da Sergio Palmieri, assistito dai dirigenti Mattia Morra e Pasquale Damiano e ben guidato dal tecnico Vincenzo Morra.

La Vomero F.C. ha superato in scioltezza la concorrenza regolando in finale l’Attard F.C. sul punteggio di 2-0 e nella fase a gironi ha ottenuto 2 vittorie (contro Sirens e Birkirkara) e un pareggio mettendo a segno ben 9 gol mantenendo inviolata la porta dell'estremo difensore Andrea Morra.

Per Vomero hanno preso parte alla spedizione maltese i seguenti calciatori: Andrea Morra, Francesco Badillo, Alessio Dioneo, Claudio Terlizzi, Emanuele Marano, Marco Abbrunzo, Domenico Testa, Pietrobenedetto Montalbano, Alessandro Eyman, Alessandro Orlando, Lorenzo Libertino, Angelo Damiano, Claudio Cafiero, Flavio Ferraiolo, Emanuele Civita.

Primi Calci e infinite emozioni anche nella categoria Primi Calci laddove i 2010 di Sirens, Valletta, Savoca, Vivi Don Bosco, Pieta Hotspurs, Dingli Shallows e Attard hanno scandito con i gol, e i sorrisi propri della categoria Primi Calci, le tappe di una manifestazione che ha registrato la partecipazione di ben 9 scuole calcio, due di queste provenienti dalla Sicilia.

Ad un passo dalla vittoria il Savoca di Marco Lucifora e Stefania Palella, realtà che si era già distinta nelle manifestazioni precedenti, brillando al Coppa del Mediterraneo a Marsala e al Perla dello Ionio di Taormina e Giardini Naxos.

In finale i biancoblu hanno ceduto il passo solo ai parigrado del Valletta che hanno fatto loro l’incontro con un secco 3-0 a dispetto delle tante palle gol prodotte dalla scuola calcio ionica.

Due le vittorie, un pareggio e due le sconfitte (entrambe inferte dalla società capitolina del Valletta). Undici i protagonisti del Savoca che hanno preso parte alla spedizione maltese: Matteo Santoro, Matteo Vinci, Alessio Cacciola, Cristian Smiroldo, Giorgio Guardo, Paco Ingalis, Andrea Lucifora, Nicholas Brancato, Giovanni Bellezza, Nicolò Santoro e Matteo Chillemi.

Ha brillato anche la stella della Vivi Don Bosco Oreto a cui la sfortuna, delle 3 traverse colpite nella semifinale contro il Valletta, ha impedito l’accesso in finale.

Un dispiacere colmato dalla spettacolare vittoria ai calci di rigore che i biancoblu di Alessandro Maio hanno ottenuto contro i pari età del Dingli Shallows.

Un bilancio comunque positivo per la scuola calcio di Barcellona Pozzo di Gotto alla sua prima esperienza lontano dalla propria terra, una gradita conferma nel panorama di Tornei Giovanili Sicilia appena un mese dopo il Sicily Football Cup che registrò la partecipazione dei 2010 barcellonesi.

Sette i protagonisti della Vivi Don Bosco Oreto che hanno preso parte al torneo: Matteo Cutropia, Sebastian Genovese, Davide La Cava, Riccardo Maio, Andrea Pagano, Emanuele Sidoti, Sergio Rotella.

Tra le protagoniste anche la palermitana Tieffe Club. I bianconeri, guidati da Pietro Vittorietti, chiudono la stagione calcistica con la trasferta a Malta coronata dalla condivisione del primo posto con i capitolini del Valletta.

La stagione calcistica 2018/2019 sta per concludersi ma Tornei Giovanili Sicilia è pronta ancora a soddisfare la vostra voglia di sport e divertimento nei mesi di giugno e luglio tra Sicilia, Basilicata e Puglia.



di Marco Spampinato - Riproduzione riservata (c) 2019 Sotto il Vulcano



La compagine del Vomero Football Club che ha conquistato il trofeo a Bugibba (Foto US 2019)

Attard F.C. (Foto US 2019)

Birkirkara Malta (Foto US 2019)

Dingli Shallows (Foto US 2019)

Mtarfa (Foto US 2019)

Pieta Hotspurs (Foto US 2019)

Savoca Primi Calci (Foto US 2019)

Tieffe Club (Foto US 2019)

Valletta Football Club, che si h imposto nella sezione "Primi Calci" a Bugibba (Foto US 2019)

Vivi Don Bosco Primi Calci (Foto US 2019)


< Indietro     











CONTATTI:





Confermando l'invio AUTORIZZI al trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento dell’Unione Europea n. 679/2016, noto anche come “GDPR” e successivi aggiornamenti 2018.





I contenuti presenti su questa pagina dei quali è autore il proprietario Marco Spampinato non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore. © Marco Spampinato 1993 - 2018

Italica Service