Sotto Il Vulcano


La versione di Giannone; il candidato non convenzionale per la presidenza dell'Ordine dei medici di Catania

Dopo le vicende degli scorsi mesi si cambia pagina e un'eminente esponente della medicina catanese pare possa rendere gli esiti delle elezioni meno prevedibili

Lunedì 22/10/2018

ESCLUSIVA sottoilvulcano.net

CATANIA - Personalmente è come rivedere l'incipit del film "La guerra di Charlie Wilson", una commedia di rilievo basata sulla storia vera di un senatore degli Stati Uniti all'epoca della presidenza di Jimmy Carter impersonato dal sempre bravo Tom Hanks lì affiancato da attori di spessore come il compianto Philip Seymour Hoffman e Julia Roberts per la regia di Mike Nichols.

Mi capita, spesso, di avere determinati flashback quando scorgo dietro parole, programmi, relazioni, sguardi, qualcosa di diversamente interessante, di non facilmente prevedibile, almeno un po' fuori dalla atona norma.

È il caso della candidatura di Giorgio Giannone, direttore del dipartimento di Chirurgia dell'Istituto Oncologico del Mediterraneo che nel suo primo comunicato da candidato dichiara: "Pensionato del Servizio sanitario nazionale, libero da impegni politici, economicamente indipendente, accademicamente libero e convintamente meritocratico, si offre come presidente dell'Ordine dei medici di Catania".

E "scende in campo", come il Rinaldo teatrale e televisivo interpretato da Domenico Modugno; quindi, indiscutibilmente, da protagonista.

Il che, dopo lo sconquasso legato alla fine della "reggenza" del precedente presidente dell'Ordine, il chirurgo Massimo Buscema (che ha rassegnato le proprie irrevocabili dimissioni lo scorso 6 settembre 2018), per Catania non è affatto poco.

E, in questo caso, a rendere più interessante la candidatura, bisogna specificare che non è quella di Giannone che arride all'assessore alla Sanità della Regione Siciliana.
"Questa candidatura spariglia gli equilibri", è la lettura di un paio di professionisti addentro al settore della sanità da noi interpellati riguardo alle possibilità di riuscita del professore Giannone nei suoi intenti alla Charlie Wilson.

Lui tira dritto dichiarando di puntare sui giovani e, in lista, vengono presentati i nomi:

1. Giannone Giorgio: Chirurgo Oncologo, Direttore IOM (Istituto Oncologico del Mediterraneo) Catania;
2. Magrì Giovanni: Primario del Reparto di Gastroenterologia P.O. “Santa Marta e Santa Venera” Acireale;
3. Di Mauro Lucio: Medico Legale, Libero Professionista;
4. Rizzo Antonino, detto Nino: Medico di Famiglia;
5. Castellino Santina: Nefrologa;
6. Angemi Gaetano: Oculista P.O. "Santa Marta" Catania, Responsabile Struttura Semplice;
7. Miceli Corinna: Medico di Famiglia;
8. Piso Vincenzo, detto Enzo: Medico di Famiglia;
9. Zappalà Orazio Dario, detto Dario: Medico di Famiglia;
10. La Mantia Rosalia: Cardiologa;
11. Cosentino Emanuele: Servizio Sanitario di Urgenza ed Emergenza 118;
12. Lo Gerfo Rosalia, detta Lia: Direttore Sanitario Presidi Ospedalieri Asp Enna;
13. Piccirillo Pietro: Medico Legale - Medico di Continuità Assistenziale Asp Catania;
14. Barbagallo Massimo: Pediatra ARNAS P.O. Garibaldi Nesima;
15. Guardo Antonino Maria, detto Antonio: Psichiatra Dipartimento Salute Mentale Asp Catania;

REVISORI DEI CONTI
1. Fichera Corrado: Chirurgo Plastico IOM (Istituto Oncologico del Mediterraneo) Catania;
2. Giuffrida Clemente: Primario Azienda Ospedaliera Riuniti “Papardo Piemonte”;
3. Crapio Danilo Maria: Medico di Continuità Assistenziale Asp Catania.



L'ARTICOLO È IN FASE DI REDAZIONE E PUBBLICAZIONE. ONLINE PER LE 22.30 DI MARTEDI' 23 OTTOBRE



Il chirurgo catanese Giorgio Giannone candidato alla presidenza dell'Ordine dei medici di Catania e provincia


< Indietro     











CONTATTI:





Confermando l'invio AUTORIZZI al trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento dell’Unione Europea n. 679/2016, noto anche come “GDPR” e successivi aggiornamenti 2018.





I contenuti presenti su questa pagina dei quali è autore il proprietario Marco Spampinato non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore. © Marco Spampinato 1993 - 2018

Italica Service